Recent Comments

    Elezioni Comunali 6 e 7 maggio 2012


    Risposte a Settegiorni del 2 maggio 2012 sui dati e notizie del Candidato Sindaco del PSI

    ________________________________________
    Da: COSIMO SOLIDORO [mailto:solidoro@tin.it]
    Inviato: mercoledì 2 maggio 2012 20.13
    A: ‘veronica cetta’
    Oggetto: R: settegiorni

    Salve Veronica, scusi, ma non ho visto la seconda parte delle domande.
    Riporto sotto, a fianco delle Sue domande, le risposte.

    Grazie per le Sue domande, sono molto coraggiose e finalmente incontro giornalisti “impertinenti” nei confronti dei politici.
    Ne avevamo proprio bisogno.

    Grazie ancora e Cordiali saluti, Cosimo Solidoro.
    Candidato Sindaco del PSI.

    ________________________________________
    Da: veronica cetta [mailto:veronica.cetta@fastwebnet.it]
    Inviato: martedì 1 maggio 2012 17.03
    A: ‘Cosimo Solidoro’
    Oggetto: R: settegiorni

    Mi scusi dottor solidoro, nel mettere le sue risposte in pagina mi sono resa conto che non ha risposto alla seconda mail di domande. Gliele allego di seguito. Grazie

    [
    – squadra del cuore Inter
    – quante volte sei andato in chiesa nell’ultimo mese? 2 volte
    – hai mai fumato una canna? NO, mai.
    – quanto hai speso per la campagna elettorale? Circa 2000,00 euro, di cui darò resoconto finale e dettagliato nel mio sito internet www.CosimoSolidoro.it
    – Monti sta salvando l’Italia? Ritengo di no, gli Italiani, come al solito, si salveranno da soli.
    – la prima cosa che faresti se diventi sindaco Sposterei tutta la spesa pubblica disponibile sulla “questione sociale”,ponendo attenzione al reddito delle famiglie (mediante un fondo dedicato alle famiglie in difficolta’), alla cura dei giovani, all’assistenza domiciliare per gli anziani, alla cura dei minori a rischio di devianza.

    Da: Cosimo Solidoro [mailto:solidoro@tin.it]
    Inviato: lunedì 30 aprile 2012 17.38
    A: ‘veronica cetta’
    Oggetto: R: settegiorni

    Gentile Veronica Cetta,
    a lato delle Sue domande, riportate sotto, trascrivo direttamente le risposte.
    Grazie e Cordiali saluti

    COSIMO SOLIDORO
    CANDIDATO SINDACO
    nato a TARANTO IL 28/06/1964
    residente a LAINATE
    stato civile CONIUGATO
    figli 3, DUE DI 11 ANNI, GEMELLI, UN MASCHIETTO ED UNA FEMMINUCCIA E UNA, FEMMINUCCIA, DI 7 ANNI.
    titolo di studio LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO, CONSEGUITA A BARI, IL 23/2/1990, CON VOTAZIONE 110/110
    professione DOTTORE COMMERCIALISTA
    reddito annuo EURO 49.755,OO
    iscritto al partito SOCIALISTA ITALIANO (PSI)
    politicamente mi definisco (in due parole) UN UOMO APERTO E RISPETTOSO DI TUTTE LE OPINIONI.
    precedenti esperienze in politica e amministrazione GIA’ RAPPRESENTANTE SINDACALE
    orientamento religioso CATTOLICO
    attivo nelle associazioni PER I GIOVANI
    hobby LA POLITICA
    auto DI PROPRIETA’, BMW 530 DIESEL, DEL 2005
    il mio difetto peggiore LAVORARE TROPPO
    la mia qualità migliore SAPER ASCOLTARE ED ESSERE AFFIDABILE
    la cosa più bella e quella più brutta di Garbagnate LA COSA PIU’ BELLA: L’OSPITALITA’ DELLA GENTE E L’ACCOGLIENZA. LA COSA PIU’ BRUTTA: L’ARREDO URBANO E LA GESTIONE DEL VERDE.
    un pregio e un difetto dei garbagnatesi I GARBAGNATESI SONO BRAVA GENTE, CON TANTI SACRIFICI ALLE SPALLE. NON VEDO PARTICOLARI DIFETTI NEI GARBAGNATESI.
    chiedo di votarmi perché, COME CANDIDATO SINDACO DEL PSI, PARTITO CON UNA STORIA DI 120 ANNI, RAPPRESENTO L’UNICA VERA NOVITA’ DI QUESTE ELEZIONI AMMINISTRATIVE, E PUNTO UNICAMENTE ALLA POLITICA COME SERVIZIO CIVILE CHE SAPPIA PROVVEDERE AL SODDISFACIMENTO DEI BISGNI DEI CITTADINI, PARTENDO DALLA “QUESTIONE SOCIALE”.
    IN ULTIMO, CHIEDO AI CITTADINI ED ALLE CITTADINE DI GARBAGNATE DI VOTARMI, APPONENDO UNA CROCE SUL SIMBOLO DEL PSI, PER DIRE, TUTTI INSIEME: STOP, ALLE INGIUSTIZIE SOCIALI.
    P.S.: ORA HO QUASI 47 ANNI, QUANDO AVRO’ L’ETA’ DI PIOLI (74 ANNI), PROMETTO DI NON CANDIDARMI PIU’.

    CON VIVA CORDIALITA’
    COSIMO SOLIDORO

    1 MAGGIO 2012 APPELLO AGLI ELETTORI

    Appello al Voto del Candidato Sindaco Cosimo Solidoro del PSI di Garbagnate Milanese.

    Cari Compagni e Compagne di Garbagnate Milanese,
    apporre una croce sul simbolo del PSI, e proporre come Candidato Sindaco Cosimo Solidoro, sarà per i Garbagnatesi una scelta verso il sostegno, deciso e convinto, della “questione sociale”.

    Inoltre, un voto per il PSI, rappresenterà una scelta di cambiamento senza alcun tipo di compromesso (basta con i Sindaci della “provvidenza” che hanno portato a Garbagnate grandi colate di cemento o che hanno solo difeso interessi di parte).

    A Garbagnate, oggi, con un voto per il PSI, possiamo determinare un netto cambiamento verso la “Buona politica”, che sa porre l’attenzione, per primo, sul sociale, in un momento storico di forte crisi economica.

    Votare PSI, significa affermare l’idea che si può essere rispettosi di tutti, anche di coloro che non la pensano come noi.

    Per una politica libera, laica, e riformista, e per affermare la giustizia sociale nel comune di Garbagnate Milanese, ponendo uno STOP, alle ingiustizie sociali, vota PSI, ed apponi semplicemente una croce sul nostro simbolo.

    Grazie a tutti gli Elettori e soprattutto a coloro che appartengono al partito di maggioranza relativa: quello dell’astensionismo, che, per una volta, vorranno rompere gli schemi della asfittica politica di Garbagnate, ed attuare la rivoluzione di andare a votare per una faccia nuova a Garbagnate Milanese, chiunque essa sia.

    Ricordino tutti gli astensionisti che non è vero che non votano, poichè, di fatto, per un gioco matematico, è come se votassero per la maggioranza (che oggi come ieri, da 20 o 30 anni a Garbagnate, si chiama: Pioli, Marone, Lazzati, Micalizzi, Bucci, Vacirca, Festa, ecc. ecc.).

    Buon voto a tutti.
    Cosimo Solidoro

    Risposta a Settegiorni del 26-4-2012 sul tema dei SERVIZI

    Da: COSIMO SOLIDORO [mailto:solidoro@tin.it]
    Inviato: mercoledì 25 aprile 2012 23.50
    A: ‘veronica cetta’
    Oggetto: R: settegiorni

    Gentile Veronica Cetta, di seguito rispondo al tema da Lei proposto, inerente i servizi.

    Il Partito Socialista di Garbagnate punta prioritariamente sui Servizi Sociali.
    Noi riteniamo che motivo fondante delle Autonomie Locali sia quello di assicurare il buon funzionamento dei servizi sociali ai minori a rischio di devianza, ai giovani, agli anziani che necessitano di assistenza domiciliare, alle famiglie per gli asili nido e le scuole, alle persone diversamente abili o in condizione di fragilità sociale.
    Con la forza della attuale crisi economica crediamo che il Comune si debba attrezzare per avvalorare, in termini di servizi sociali per le famiglie, tutto quanto sia disponibile nella spesa corrente. Sarà poi utili, per il sostegno al reddito delle famiglie, valutare la possibilità di attivare “servizi socialmente utili”, assorbendo manodopera per sopperire ai limiti degli ammortizzatori sociali esistenti nel nostro paese.
    Per i Socialisti i servizi sociali rappresentano una priorità ed una preferenza di indirizzo della spesa pubblica del Comune, e riteniamo che questi aspetti siano coniugabili con il fattore lavoro, di cui vi è un assoluto bisogno per la salvaguardia della dignità delle persone e, per i casi estremi a cui assistiamo in questo periodo (basti guardare ai numerosi suicidi), per la salvezza della vita delle persone.
    Diversamente da quanto può trovarsi nei discorsi del Sindaco Pioli o negli artefatti del Centrodestra del PDL, noi Socialisti affermiamo che, per prima cosa, si deve partire dalle Persone e dalla cura dei nostri cittadini e poi, se i mezzi di Bilancio non saranno esauriti, penseremo alle manutenzioni o ad altre spese e mai saremo disposti a sacrificare degli spazi STORICAMENTE UTILIZZATI DAI GIOVANI DI GARBAGNATE COME IL CENTRO DI AGGREGAZIONE GIOVANILE DI VIA MILANO O IL PICCHIO ROSSO.

    Cordiali Saluti
    Cosimo Solidoro
    Candidato Sindaco del PSI

    ________________________________________
    Da: veronica cetta [mailto:veronica.cetta@fastwebnet.it]
    Inviato: lunedì 23 aprile 2012 17.25
    A: ‘COSIMO SOLIDORO’
    Oggetto: R: settegiorni

    Gentile Solidoro, volevo informarle che questa settimana i candidati si confronteranno ancora sul programma. Questa settimana l’argomento sarà Servizi. La settimana prossima invece ci sarà la tradizionale scheda di presentazione dei candidati, ecco le domande:
    nato a
    residente a
    stato civile
    figli
    titolo di studio
    professione
    reddito annuo
    iscritto al partito
    politicamente mi definisco (in due parole)
    precedenti esperienze in politica e amministrazione
    orientamento religioso
    attivo nelle associazioni
    hobby
    auto
    il mio difetto peggiore
    la mia qualità migliore
    la cosa più bella e quella più brutta di Garbagnate
    un pregio e un difetto dei garbagnatesi
    chiedo di votarmi perché

    Per quanto riguarda il tema settimanale la risposta mi serve come sempre entro giovedì alle 10, mentre le domande dovranno essere spedite entro lunedì 30 aprile.
    Grazie
    Veronica

    Risposta a IL NOTIZIARIO del 24 aprile 2012 su zona Mazzini-Falzarego e Bando Farmacie

    —-Messaggio originale—-
    Da: solidoro@tin.it
    Data: 24-apr-2012 16.17
    A: Ogg: R: Re: Domande per “Il Notiziario” – terza settimana

    Risposta alla prima domanda
    Noi del Partito Socialista Italiano, crediamo che la salvaguardia delle aree a verde rappresenti un cardine dell’’azione Amministrativa, più’ volte violato sia dalle precedenti Amministrazioni di Centro-destra che dalle Amministrazioni di Centro-sinistra.
    Com’è noto nella zona Mazzini-Falzarego c’’è, ormai da moltissimi anni, un insediamento di Nomadi.

    Le precedenti Amministrazioni hanno ignorato la questione.
    Per i Socialisti, prima occorre risolvere tutte le tematiche sociali e poi si può pensare alla programmazione di nuovi insediamenti edilizi, purché vi sia una seria stima del fabbisogno abitativo del territorio. Ad oggi, con i nuovi immobili costruiti e rimasti vuoti, gli unici bisogni di fabbricati riguardano il recupero del patrimonio abitativo, secondo modalità progettuali che portano al risparmio energetico, oppure dando priorità al diritto alla casa delle famiglie meno abbienti (giovani coppie o persone in stato di necessità).
    Il Comune può disciplinare il recupero del patrimonio edilizio provvedendo ad abbassare l’’IMU.

    Il recupero può essere finanziato dal sistema bancario con convenzioni Comunali, che mirino ad abbassare gli interessi.

    Inoltre, le agevolazioni fiscali statali, del 36% e o 55% per il risparmio energetico, potrebbero determinare un costo dell’intervento prossimo allo zero.

    Difatti, un intervento di recupero del patrimonio edilizio andrebbe a ridurre enormemente le bollette energetiche, oltre a consentire alle famiglie di ritrovarsi con un patrimonio edilizio rivalutato, ed a promuovere sul territorio il lavoro.

    Risposta alla seconda domanda.
    Il Bando per le Farmacie predisposto dalla precedente Giunta, è solo apparentemente aperto al mercato.
    Il predetto Bando si basa sul presupposto che un altro soggetto pubblico, che gestisce le farmacie, possa avere nuove economie di gestione derivanti, non si sa bene, da quale fattore.
    In pratica, con l’’approvazione del Bando, il Comune è come se avesse trovato 200.000,oo euro con cui finanziarsi (corrispettivo del Canone di concessione delle Farmacie Comunali).
    Il sistema delle Farmacie comunali è uno strumento preziosissimo per la salvaguardia della salute dei cittadini, questione che è assolutamente cara a tutti i dipendenti delle Farmacie comunali (e non ci vogliono tecnici per capirlo), e deve rimanere nel Governo della Città. Sul territorio del Comune di Garbagnate Milanese, e proprio sulla via dove insiste una delle Farmacie Comunali (in via Garibaldi) vi è un’altra farmacia privata. Ebbene, noi Socialisti crediamo che sia sotto gli occhi di tutti che, dal punto di vista gestionale e amministrativo, quell’’impresa rappresenta un’’azienda simbolo di un “”gioiellino gestionale””. Ma davvero i farmacisti comunali di Garbagnate, se messi nelle condizioni di fare il proprio lavoro, hanno bisogno di luminari, che già gestiscono le farmacie o di fantasmagorici gestori stranieri per attuare dei recuperi di efficienza, potendosi semplicemente riferirsi (in una logica di sapienza di rapporti con l’Amministrazione Comunale) all’’esperienza della Farmacia che gli sta di fronte?
    Noi socialisti crediamo nella sensibilità e nella forza dei nostri lavoratori.

    Di contro il rapporto di fiducia con i farmacisti si è, di molto, incrinato ed ha prodotto guasti, scoraggiamento e demoralizzazione dopo lo stop di un mese imposto dai politici del precedente Consiglio Comunale, e dopo che è stato necessario raccogliere circa duemila firme di cittadini, per cercare di sensibilizzare, sul tema, la “”beata”” classe politica di cui disponiamo.
    I nostri Farmacisti non sono secondi a nessuno e sanno benissimo come far funzionare al meglio le Farmacie comunali, purché qualcuno dell’’Amministrazione Comunale glielo chieda e gli dia i minimi strumenti necessari per farlo, senza necessità che arrivino Soloni di altre aziende pubbliche (magari pagati il doppio dei nostri Farmacisti), o di nomina politica, a spiegarci cosa fare. Inoltre, noi socialisti diamo un netto giudizio negativo su tutto l’’operato del precedente Consiglio Comunale che pur essendo in scadenza, per raggiunto termine del mandato, si è stravagantemente attorcigliato attorno alla questione delle Farmacie, nella logica della pura e semplice contumelia politica, perdendo di vista, per interessi di parte, l’’interesse collettivo, ed il funzionamento (in ogni caso) delle Farmacie, in un periodo, quello invernale, in cui era massima l’’affluenza della gente per i bisogni di farmaci notoriamente necessari o vitali.
    Cordiali saluti
    Cosimo Solidoro
    Candidato Sindaco del PSI per Garbagnate Milanese.

    Da: piero.uboldi [mailto:piero.uboldi@ilnotiziario.net]
    Inviato: lunedì 23 aprile 2012 8.07
    A: l.barella@abpconsulting.it; micalizzi.domenico@libero.it; Teo Afker; famiglianicosia@libero.it; lino.dinatale40@tiscali.it; giovbuc@libero.it; mara.bonesi@pdgarbagnate.it; Dott. Giuseppe Vacirca; Vincenzo Soleo; barlettadavide@libero.it; solidoro@tin.it
    Oggetto: Re: Domande per “Il Notiziario” – terza settimana
    Buon giorno. Vi invio le domande del Notiziario per la terza settimana. Grazie per la collaborazione.
    1) In via Mazzini-Falzarego sono in costruzione una serie di insediamenti residenziali, ma accanto a essi c’è un’ampia area in cui si ipotizza di costruire un nuovo quartiere. Lei è favorevole o no a tale edificazione, e perchè?
    2) Il bando per assegnare la gestione delle farmacie comunali, emesso dal Commissario, non è vincolante per il futuro sindaco. Se lei vincerà le elezioni, cosa intende fare: cedere la gestione delle farmacie a una società esterna, vendere completamente le farmacie oppure continuare la gestione “in house” come è attualmente?
    Piero Uboldi
    IlNotiziario

    29 aprile 2012 Parco delle Garbine

    Risposta a Settegiorni del 18 aprile 2012 sul tema del Territorio

    Da: COSIMO SOLIDORO [mailto:solidoro@tin.it]
    Inviato: mercoledì 18 aprile 2012 21.11
    A: ‘veronica cetta’
    Oggetto: R: settegiorni

    Gentile Veronica Cetta,
    di seguito Le fornisco indicazioni in merito al tema del Territorio.

    Dal punto di vista dell’uso del Territorio, vanno potenziate e meglio curate tutte le aeree a verde pubblico, ponendo particolare cura alla fruibilità delle stesse ed ai relativi arredi urbani. Per quanto concerne, in generale, l’uso e la pianificazione territoriale, andrebbero acquisiti, prima di qualsiasi ulteriore programmazione, dati sulla domanda abitativa come sulla domanda per usi produttivi o industriali. Per quanto concerne alcune aree, per esempio il Parco del Bosco (Garbine), bisognerebbe apportare minimi miglioramenti che possano rendere davvero utilizzabili quei luoghi. Nel Parco del Bosco (Garbine), difatti, andrebbero posizionati un congruo numero di bagni pubblici che consentano una fruibilità dignitosa delle aree. Le aree d’uso pubblico possono essere rivitalizzate mediante la concessione di piccoli mercatini rionali, affidando la cura e la manutenzione ai vari soggetti interessati. La cura e la manutenzione del verde, opportunamente gestita, può dare luogo a notevoli risparmi di spesa secondo molteplici iniziative di sponsorizzazioni che possono essere avviate dall’Amministrazione comunale. Molto importante in questo ambito può essere la collaborazione con le organizzazioni del terzo settore. Prioritaria dovrebbe essere l’azione del Comune per patrocinare o promuovere anche direttamente, giornate del verde, in cui si possano radunare dei cittadini per tenere pulite le aree pubbliche, curandosi della raccolta dei rifiuti. E’ sotto gli occhi di tutti lo scempio di spazzatura che si sta accumulando nei pressi dell’Area ex Alfa Romeo.
    Fino ad oggi, le amministrazioni che si sono susseguite hanno utilizzato le aree disponibili per ottenere fondi in corrispondenza degli introiti degli oneri di urbanizzazione. Purtroppo, assistiamo in questi giorni di traffico caotico sulla Varesina, alla miopia di scelte affrettate da parte delle precedenti Amministrazioni, che pare non abbiano tenuto in nessun conto la viabilità. L’uso del territorio non può prescindere da un esame accurato e metodico del traffico stradale, e dalle ricadute che gli insediamenti produttivi possono avere sul territorio. Fino ad ora sono stati prodotti risultati scadenti sul piano della viabilità, ne è stato possibile favorire la circolazione delle biciclette. Un piano serio per una introduzione ragionevole nella nostra città di piste ciclabili dovrebbe essere una priorità della prossima Amministrazione Comunale.
    Per quanto concerne alcune particolari aree produttive ricordiamo che nel programma del PSI, si prevede la promozione di un Campus Universitario per le Aree ex Alfa Romeo, e l’ampliamento delle aree a verde pubblico o delle aree destinabili a luoghi produttivi da mettere a disposizione, a prezzi accessibili, per giovani imprenditori o cooperative, o per favorire l’insediamento di imprese ad alto contenuto di innovazione tecnologica dei loro prodotti, soprattutto nel campo delle energie rinnovabili. In questo ambito dovrebbe essere potenziato lo sportello unico delle imprese per favorire al massimo l’insediamento di risorse produttive. In ultimo, se sarà possibile in base alle esigenze di bilancio, potrà essere utile considerare la creazione di un degno palazzetto dello Sport, che certamente meritano i cittadini di Garbagnate.
    Va poi migliorata la mobilità della gente favorendo lo scambio gomme ferrovia, mediante l’ampliamento dei parcheggi in prossimità delle stazioni ferroviarie, soprattutto verso il confine con Senago.
    Cordiali Saluti
    Cosimo Solidoro
    Candidato Sindaco PSI
    ________________________________________
    Da: veronica cetta [mailto:veronica.cetta@fastwebnet.it]
    Inviato: mercoledì 18 aprile 2012 12.28
    A: solidoro@tin.it
    Oggetto: settegiorni

    Gentile candidato a sindaco, le ricordo che entro domani mattina alle ore 10 attendo il suo comunicato in merito al tema del Territorio, argomento scelto dalla nostra redazione per questa settimana. Lo spazio dedicato a ogni candidato è di 1800 battute. Nel caso non ricevessi nulla, sarò costretta a mettere ciò che è riportato nel programma. Il contenuto di quanto da voi scritto però non arriva a 1800 battute quindi il suo spazio risulterà inferiore rispetto agli altri. Siccome siamo in par condicio devo mandarle questa mail per ricordarle che è nostra intenzione dare a tutti lo stesso spazio quindi se desidera incrementare il suo discorso può farlo mandando un comunicato che ovviamente sarà pubblicato. In caso contrario il giornale non può essere accusato di non rispettare la par condicio dal momento che l’ho più volte contattata. Scusi la mail, ma il rispetto della par condicio è monitorato e il giornale non può permettersi errori in questo senso, ma nulla possiamo fare se il candidato non ci fornisce contenuti da pubblicare. Grazie mille per la collaborazione e buona giornata.

    Risposta al Notiziario del 16 aprile 2012 su sede ex Alfa Romeo ed area ex GTM

    Da: piero.uboldi [mailto:piero.uboldi@ilnotiziario.net]
    Inviato: domenica 15 aprile 2012 8.50
    A: l.barella@abpconsulting.it; micalizzi.domenico@libero.it; Teo Afker; famiglianicosia@libero.it; lino.dinatale40@tiscali.it; giovbuc@libero.it; mara.bonesi@pdgarbagnate.it; Dott. Giuseppe Vacirca; Vincenzo Soleo; barlettadavide@libero.it; solidoro@tin.it
    Oggetto: Domande per “Il Notiziario” – seconda settimana

    Buon giorno a tutti. Ringraziandovi per la collaborazione dimostrata, Vi ricordo le due domande ai candidati sindaci per la seconda settimana, specificando però che la domanda sul Polo della sicurezza ha una lieve modifica, visti gli ultimi eventi su tale area.
    Le due domande sono dunque:
    1) L’accordo di programma sull’area ex Alfa Romeo deve avere il via libera dei Consigli comunali, altrimenti non può essere attuato. Premesso questo, se lei diventerà sindaco, a quali proposte regionali darà il suo sotstegno per tale area? Centro commerciale (con lavoro che non produce ricchezza), residenziale (che porta lavoro solo nel periodo della sua costruzione), servizi o mantenere la destinazione ad area produttiva?
    2) Ex sede della Gtm e capannone delle manutenzioni di via Varese: che destinazioni intende dare a tali strutture? Vigili del Fuoco, Croce Rossa e Seo avranno una sede degna dell’importante servizio che svolgono? Se sì, dove?
    Piero Uboldi

    IlNotiziario
    www.ilnotiziario.net
    piero.uboldi@ilnotiziario.net

    Da: COSIMO SOLIDORO [mailto:solidoro@tin.it]
    Inviato: lunedì 16 aprile 2012 22.53
    A: ‘piero.uboldi’
    Oggetto: R: Domande per “Il Notiziario” – seconda settimana

    Risposta alla prima domanda.

    Il programma del PSI, in merito all’utilizzo delle aree ex Alfa Romeo, ha proposto l’individuazione di un grande polo Universitario, sullo stile di un Campus Americano, dotato di tutte le infrastrutture capaci di accogliere sul territorio, al meglio, sia gli studenti Italiani che gli studenti stranieri. Si tratta di una iniziativa che andrebbe a consentire un concreto rilancio di tutto il territorio di Garbagnate e che potrebbe avere effetti positivi su un’area ben piu’ vasta di quella interessata dalla competenza territoriale per decidere il destino delle predette aree (Arese, Lainate e Rho). Il progetto è alquanto ambizioso ma è solido e soprattutto molto lungimirante. Non è sul piano delle conoscenze che si combatteranno le sfide del futuro? Oppure, in futuro, i paesi piu’ avanzati saranno quelli piu’ dotati di mega strutture commerciali? Non siamo già prossimi alla saturazione di centri commerciali?
    E’ di solare evidenza che i paesi piu’ avanzati del futuro saranno quelli che saranno in grado di sfornare un numero, piu’ alto possibile, di laureati. Oggi l’Italia è fanalino di coda rispetto a queste esigenze. Non sarebbe un modo per attirare studiosi da tutto il mondo?
    E comunque l’utilizzo delle aree deve essere orientato al Terziario avanzato, anche nel senso di dare spazio a tutte quelle iniziative produttive che riguardano le fonti rinnovabili (eolico, pannelli solari, fonti rinnovabili, bio energie).

    Risposta alla seconda domanda.
    Dopo l’intervento del Commissario Prefettizio, come è noto, il progetto del Polo della Sicurezza, sta mostrando tutte le Sue crepe. E’ evidente che il progetto di concentrare presso la ex sede GTM, il polo della Sicurezza è ormai anacronistico in base alle concrete possibilità del Bilancio pubblico di Garbagnate. Si è trattato, di fatto, di scelte politiche pregresse deprecabili, che hanno ingessato la spesa pubblica, anche ipotecando i bilanci futuri. In base a fonti rinvenibili in Codesto giornale (Il Notiziario di venerdì, 13 aprile 2012) parrebbe che il Commissario abbia deciso di venir meno all’idea della precedente Giunta di concedere, da una parte, in comodato gratuito, la struttura ex GTM a vari soggetti (tra cui SEO) e dall’altro, sempre il Commissario, parrebbe che abbia inteso disimpegnarsi dal costituire la provvista (di 200 mila euro) da corrispondersi ad ASM, per l’uso delle predette aree. Difatti, il Comune, prima dell’intervento del Commissario, avrebbe corrisposto per l’affitto delle aree, la provvista di 200.000,00 euro, che avrebbe consentito all’ ASM (dopo l’incorporazione di GTM) di pagare le spese sostenute per l’acquisizione dell’area (MUTUO). Si potrebbe parlare di una sorta di azzardo morale nella costruzione dell’operazione, così descritta, dall’incerto destino a dal dubbio risultato, tant’è che il Commissario, dott.ssa Parisi, avrebbe rinviato il problema al nuovo Sindaco, disdettando l’accordo con SEO e ASM, avendo effetto la disdetta, per quest’ultima, tra sei mesi.
    L’ASM, essendo una partecipata del Comune è come se fosse una parte del Comune stesso. Ma come è stato possibile che si siano svolti tanti di quei balletti, di cui molto è stato visto negli ultimi Consigli Comunali, sfiorando il rocambolesco? E’ ovvio che Istituzioni come i Vigili del Fuoco o la Protezione civile meritano accoglienza in città come Garbagnate Milanese, ma, per i Socialisti, l’interesse prioritario è la sicurezza sociale dei cittadini. Se la coperta è corta, e di questo si avrà completa cognizione di causa una volta che saranno accessibili gli atti di bilancio, non sarebbe stato meglio studiare un piano alternativo, meno oneroso, per l’insediamento delle predette Istituzioni, magari collocandole in luoghi già di pertinenza del Comune? E che la coperta era corta penso che lo si poteva, almeno in parte, prevedere, sin dal momento iniziale in cui si è sconfinarti nell’azzardo morale del polo della sicurezza. Il Comune non può essere il luogo ed il centro di affari immobiliari o di progetti speculativi di siffatta natura.
    In sintesi, il problema andrà affrontato nell’ottica di porre al primo posto le necessità delle persone, spostando la spesa del bilancio comunale, al massimo consentito, sui servizi sociali e sulla sicurezza della persona, ed in ultimo andando alla ricerca di siti alternativi rispetto a quelli individuati dalla precedente Giunta con collocazioni di progetti immobiliari faraonici quanto imperituri e improbabili.

    Risposta a Settegiorni dell’11 aprile 2012 sulla Sicurezza

    Da: Studio Solidoro [mailto:info@studiosolidoro.com]
    Inviato: mercoledì 11 aprile 2012 21.14
    A: ‘veronica.cetta@fastwebnet.it’
    Oggetto: Risposta al quesito sulla Sicurezza.

    Gentile Veronica Cetta, in qualità di Candidato Sindaco PSI, del Comune di Garbagnate Milanese, di seguito Le fornisco la risposta di cui al quesito in oggetto.

    In tema di Sicurezza va rinnovato l’impegno del Comune a garantire un presidio dei luoghi pubblici, favorendo il piu’ possibile tutte quelle iniziative che possano ravvivare il territorio, anche promuovendo manifestazioni culturali o dibattiti pubblici.

    Il Comune può riscoprire l’Agorà, la piazza, come principale interlocutore dei cittadini.

    Occorre favorire al massimo la fruibilità dei luoghi pubblici, giardini, piazze, circoli o vari ritrovi. Queste iniziative, di per sé, producono buone ricadute sul piano della sicurezza.

    Pensare alle città come a luoghi di periferia, dove ci si va a rinchiudere in casa, evidentemente determina effetti deleteri anche sulla sicurezza.

    Varie potrebbero essere le occasioni per favorire la socialità: dibattiti pubblici sui temi della famiglia, sui giovani, sulle prospettive future, cinema all’aperto.

    Solo in ultima istanza va pensata la Sicurezza come luogo di espressione muscolare della forza pubblica.

    Ma la tecnologia può soccorrere, per esempio sperimentando nella nostra città, nei luoghi ritenuti piu’ nevralgici, stazioni ferroviarie, o altri punti piu’ desolati, il posizionamento di colonnine di richiesta di SOS.

    Non va poi dimenticato, questione forse davvero piu’ urgente, l’aspetto della sicurezza legata al pronto soccorso in caso di malore dei cittadini, con eventuali presidi mobili in grado di avere a disposizione dei defibrillatori o in grado di assicurare sul territorio la massima formazione dei cittadini per le manovre di rianimazione.

    Su quest’ultimo tema molto può fare il Comune con il convenzionamento con i presidi già in essere: Croce Rossa Italiana o altre organizzazioni di volontariato.

    Ma la sicurezza non va vissuta come argomento di ultima istanza: la sicurezza è connaturata al livello di buona socialità che un paese è in grado di esprimere facendo funzionare tutte le istituzioni, dalla scuola all’assistenza per i minori in condizione di rischio di devianza, all’anziano che abbisogna di assistenza domiciliare.

    Con unico argomento di sintesi si può dire che, la sicurezza deve esprimersi, innanzitutto, prevenendo il compimento di reati.

    Cordiali saluti

    C Solidoro

    Risposta al Notiziario del 10 aprile 2012 Bilancio Pubblico, Imu, servizi sociali, giovani

    Da: piero.uboldi [mailto:piero.uboldi@ilnotiziario.net]
    Inviato: sabato 7 aprile 2012 07:35
    A: l.barella@abpconsulting.it; micalizzi.domenico@libero.it; Teo Afker; famiglianicosia@libero.it; lino.dinatale40@tiscali.it; giovbuc@libero.it; mara.bonesi@pdgarbagnate.it; Dott. Giuseppe Vacirca; Vincenzo Soleo; barlettadavide@libero.it; solidoro@tin.it
    Oggetto: Da “Il Notiziario”: domande ai candidati sindaci

    Buon giorno. Sono Piero Uboldi del “Notiziario”. Con la presente mail vi invio in allegato le domande ai candidati sindaci per le interviste parallele che pubblicheremo da settimana prossima in poi. Vi prego di inviarmi le risposte via mail a questo indirizzo da cui vi sto scrivendo e di non superare nelle risposte la lunghezza di 1.200 battute (per ogni risposta), spazi inclusi. Trovate le domande (suddivise per ciascuna settimana) nell’allegato.
    Grazie per la collaborazione e buona campagna elettorale.
    Piero Uboldi

    1) I comuni non hanno molti soldi e far quadrare i bilanci è difficile. Secondo lei in questa situazione è meglio aumentare le imposte (Imu e addizionale Irpef), aumentare le tariffe di accesso ai servizi (a quali aumentarle?) o tagliare qualche servizio comunale?

    2) Quali sono le sue proposte per i giovani di Garbagnate?

    Da: COSIMO SOLIDORO [mailto:solidoro@tin.it]
    Inviato: martedì 10 aprile 2012 20.15
    A: ‘piero.uboldi’
    Oggetto: R: Da “Il Notiziario”: domande ai candidati sindaci

    Gentile Piero Uboldi di seguito Le trasmetto le mie risposte ai Suoi quesiti.

    1) Ritengo che non sia possibile tagliare nessuno dei servizi sociali del Comune, ma che gli stessi siano potenziati, investendo in questo ambito la maggior parte delle risorse disponibili. Le tariffe non vanno aumentate, ma va certamente rivisto il carico tributario che grava sulle famiglie piu’ povere. Occorre introdurre come sistema ordinario la misurazione della ricchezza (in termini di reddito e di patrimonio) posseduta da ciascuna famiglia che accede ai servizi pubblici, al fine di redistribuire, in maniera equa, le risorse disponibili. Strumenti di misurazione della ricchezza delle famiglie (in termini di patrimonio e di reddito) andrebbero utilizzati anche per l’articolazione delle aliquote IMU.
    2) I giovani rappresentano il futuro. Noi meno giovani dovremmo abdicare in favore di tutti i giovani. Bene ciò che si potrà vedere in tutti i partiti se sarà possibile svecchiare il Consiglio Comunale o la Giunta. In questo momento, gli unici partiti che parlano con persone nuove sono il PSI ed il Movimento cinque stelle. E’ difficile che l’attuale gerontocrazia possa dimostrarsi capace di creare spazi per i giovani. La precedente Giunta ha tagliato i fondi ed ha chiuso lo storico Centro di Aggregazione giovanile. Il PD propone, tra le sue nuove iniziative, lo stereotipato sindaco Pioli. Lo hanno messo perfino nel simbolo del loro partito, contro il parere del loro Segretario Bersani, che vorrebbe bandire i personalismi. Non si può immaginare che le scelte dei giovani passino per i vecchi. Prima di tutto occorre che i giovani si reimpossessino delle chiavi della città. E’ solo un problema di scelte ottimali. La grinta dei giovani non si può emulare. Rafforzare il sociale, come è intendimento del PSI, passa dal riconoscere una corsia preferenziale per i giovani, sempre più emarginati dal mondo del lavoro. Il Comune ha l’obbligo di ripristinare tutti i luoghi di facilitazione degli scambi e delle proposte dei giovani. Bene se si riusciranno a potenziare i luoghi della cultura e dello studio, in tutte le loro forme (CAG, sedi per avviare attività, centri di ascolto, interscambi con le scuole, edilizia agevolata, biblioteche, luoghi di accesso ad internet, centri di orientamento al lavoro, promozione dei giovani della città, iniziative musicali, letterarie, scientifiche).

    Cordiali saluti
    Cosimo Solidoro
    Candidato Sindaco del PSI

    RACCOLTA FIRME DEL PSI PRESENZA DI CANCELLIERE

    Per ovviare ai notevoli disagi per i cittadini che intenderanno sottoscrivere le liste del PSI, per le prossime Elezioni Amministrative di Garbagnate Milanese, del 6 e 7 Maggio 2012, si rende noto che sarà disponibile sul territorio Garbagnate Milanese, a partire dalle ore 17,00 del giorno 29 maggio 2012, un Cancelliere del Tribunale di Milano che potrà autenticare le firme delle liste elettorali.

    Il Cancelliere sarà disponibile nei giorni di Venerdì 30 Marzo 2012, Sabato 31 Marzo 2012 e Domenica 1 aprile 2012.

    L’esecutivo del PSI, sez. di Garbagnate Milanese.